Acquisti online facili e sicuri

L’avvento delle nuove tecnologie ha radicalmente cambiato il nostro stile di vita, in molti casi semplificandolo. Ne è un esempio pratico il proliferare dell’e-commerce. Il commercio online ha ridotto le distanze tra venditori e avventori, rendendo la compravendita più semplice e immediata. Possiamo finalmente dire addio al tempo perso in macchina per raggiungere i negozi e alle file interminabili alle casse o anche solo per avvicinarci agli oggetti esposti, specie nel periodo dei saldi. Comodamente dal pc di casa o usando uno smartphone, possiamo visitare in tutta calma migliaia di negozi e un’infinità di articoli comparando prezzi in un battibaleno, scegliendo di acquistare nel negozio che preferiamo. Ricordate la frustrazione di dover girare diversi negozi per trovare il prezzo migliore?
internet
Comportava la perdita di giorni e di pazienza, specie quando una volta trovato il nostro oggetto dei desideri dovevamo magari ordinarlo e aspettare altri giorni e poi ripetere la trafila per andarlo a prendere cercando un momento compatibile ai nostri impegni quotidiani. Con il commercio online tutto questo non è più un problema. Pochi click e l’acquisto è fatto in tutta sicurezza e con le stesse garanzie del negozio. Il tema della sicurezza è infatti uno dei punti forti dell’e-commerce. Se inizialmente c’era qualche perplessità riguardo la sicurezza degli acquisti online, oggi si può dire che questo tipo di commercio è molto sicuro, basta avere le accortezze base che utilizziamo in ogni ambito della vita quotidiana. Nel caso degli acquisti online è sufficiente affidarsi a venditori seri che abbiano un sito con delle certificazioni e di cui abbiamo sentito parlare. Inoltre grazie al sistema dei feedback, utilizzato da quasi tutti i siti dei venditori, possiamo andare sul sicuro. Personalmente mi è capitato di voler acquistare una custodia di un cellulare. Un acquisto semplice, un oggetto elementare. Però per quanto volessi una custodia senza troppe pretese non sono riuscito a trovarla in nessun negozio, forse anche perché il mio cellulare non è proprio di ultimissima generazione. Ho deciso così dopo diversi tentativi in vari negozi di prendere in considerazione l’acquisto online. Neanche a dirlo in pochi minuti avevo visto centinaia di modelli ai prezzi più disparati. In tutta calma ho scelto il modello a me più congeniale per stile e fascia di prezzo e in pochi giorni mi è stato recapitato comodamente a casa. Naturalmente il venditore è stato ben lieto di contattarmi via mail e darmi tutte le risposte sul prodotto che gli avevo posto. Acquistare online consente inoltre, oltre al risparmio di tempo e alla comodità di fare tutto da casa, anche di risparmiare sul prodotto visto che si tratta di vendite senza intermediari.

Cosa fare in caso di volo in ritardo

Gli aerei sono un’invenzione meravigliosa; come molte altre invenzioni, però, vi posso assicurare che si godono al massimo quando funzionano come dovrebbero. Non sto parlando di disastri aerei (non sarei qui a scriverne!) ma di una tragedia minore ma altrettanto intensa a modo suo: il ritardo del volo aereo  e la conseguente perdita di coincidenza. Quello che potrebbe essere un piccolo, perdonabile disguido diventa infatti una grande seccatura se l’atterraggio in ritardo dell’areo fa perdere il volo successivo. Ci si ritrova all’aeroporto, probabilmente scombussolati dal jet-lag, e più che vagamente irritati per il tempo e il denaro perso.

Per il tempo, non c’è nulla da fare; per il denaro, invece, sì. Infatti la perdita di una coincidenza aerea a causa di un ritardo dell’aereo precedene, è rimborsabile.

ritardo-volo (2)

Attenzione, però: viene rimborsato un volo perso solo nel caso il passeggero abbia stipulato un unico contratto di volo, per compiere la tratta in più tappe su diversi aerei, sempre con la stessa compagnia aerea, o con compagnie diverse ma appartenenti lo stesso gruppo. Un percorso che il passeggero avesse progettato per conto suo, anche includendo l’acquisto dei biglietti come prova, non verrebbe ritenuto valido per una compensazione.

Se il caso è il primo, e si era fatto affidamento sulla compagnia con un contratto unitario per tutti i voli, allora la compagnia aerea è tenuta a fornire assistenza all’aeroporto e a fornire anche un posto su un volo alternativo.

Per quanto riguarda il rimborso, la Corte di Giustizia Europea si è espressa in maniera simile ai rimborsi per i casi di negato imbarco. E’ stato deciso che la compensazione può andare dai 250 ai 600 euro, a seconda della lunghezza delle tratte aeree coinvolte. Se il volo che si doveva effetture aveva una tratta di meno di 1500 chilometri, allora la compagnia è tenuta ad un pagamento di 250 euro come rimborso del biglietto; se invece la tratta aerea era fra i 1500 e i 3500 chilometri, questo dà diritto a un risarcimento di 400 euro; infine, tratte superiori ai 3500 chilometri danno diritto ad un rimborso di 600 euro.

Perdere una coincidenza è spiacevolissimo, ma le compagnie non saranno parche, né di rimborsi, né di attenzioni all’aeroporto: si ha diritto a cibo, bevande ed assistenza per tutta la durata della permanenza in aeroporto; ad una sistemazione a spese dell’albergo; e anche a telefonate pagate dalla compagnia aerea. Il risarcimento si può chiedere per tutte i danni che sono stati causati dal ritardo dell’aereo, comprese le notti già pagate in hotel alla destinzione mai raggiunta, vacanze rovinate, e altre spiacevolezze.

Arredamento hotel consigli sulla scelta dei tessuti

Quando si arreda un hotel è molto importante scegliere i prodotti giusti, quelli in grado di fornire al cliente un’immagine quanto più possibile fedele alle aspettative che si era creato guardando le foto online e leggendo le recensioni di chi lo ha preceduto.
In questo contesto la scelta dei tessuti per hotel, sia per quanto riguarda la biancheria da letto, i tendaggi e tappeti è particolarmente importante, perchè costituisce una sorta di biglietto da visita della struttura per chi entra per la prima volta nella camera assegnatagli.
La scelta dei tessuti è sempre fortemente legata allo stile dell’arredamento che caratterizza l’hotel in questione. Le due cose sono collegate da un filo molto sottile che costituisce l’equilibrio fondamentale per fornire un’immagine d’insieme impeccabile.


Studiato attentamente lo stile dell’arredamento, al momento della scelta sarà preferibile evitare, se i mobili presentano un’impronta spiccatamente moderna, i tessuti damascati, ricamati o merlettati. Il damascato, ad esempio, è un tessuto elegante e raffinato, ma non si addice ad un arredamento moderno, per quanto fine e delicato questo possa essere. Drappeggi e merletti sono più adeguati in un hotel che, lontano dalle volontà di seguire le mode del momento, opta per delle scelte “ever green”, per una soluzione che vuole mantenere un profilo classico ed elegante, più che chic e alla moda.
Negli hotel più moderni è preferibile applicare tessuti lisci, privi di decorazioni spesso considerate superflue. In particolare risulta essere perfetto il raso, per gli alberghi moderni dall’intenzione rivolta all’eleganza e alla raffinatezza, la canapa, il cotone o il lino, per uno stile più rustico, l’ecopelle per chi vuole dare alla sua struttura turistica una caratterizzazione futuristica e avant garde.
Qualunque sia lo stile di arredamento, i colori devono essere scelti con estrema cura. In particolare è preferibile optare per tinte neutre, chiare, soprattutto se le camere non sono molto ampie. La scelta di bianco, tortora, beige, avorio e tonalità affini garantisce alla struttura un tocco di raffinatezza lontano dalle etichette degli stili e del tempo che passa.
Il total white, in particolare, costituisce una tendenza particolarmente diffusa nell’ultimo periodo, abbinandosi perfettamente alla classicità e alla modernità senza alcuna fatica o forzatura. Il bianco è un colore che non passa mai di moda e che rimane sempre delicato e raffinato; può essere utilizzato da solo o contrastato con toni più forti. Il risultato sarà in ogni caso impeccabile.

La pappa non è mai stata cosi allegra

Lo svezzamento ed il passaggio dall’alimentazione al seno alle pappe, può diventare un momento stressante per mamme e bambini se non si trovano i giusti escamotage.
Il primo e più importante principio da tenere a mente è senza dubbio quello di far diventare il pasto un momento divertente, fatto di gioco e di attrazione verso nuove forme e colori.

Se si inizia a vedere il cibo come un primo mezzo di comunicazione tra il bimbo e i suoi gusti, nonché tra il bimbo e la sua mamma ansiosa che spazzoli tutto quello che c’è nel piattino, si può ben capire anche quanto è fondamentale rendere serena la pappa e gioioso ogni momento legato a questo quotidiano evento.
Seggioloni colorati e vivaci, comodi e pratici da usare richiameranno l’attenzione del piccolo distogliendolo dal suo “compito” giornaliero, ovvero quello di finire tutto quanto gli viene proposto.

Perché la pappa sia un momento di allegria ricco di nuove scoperte e di innovativi mezzi di conoscenza, può essere molto utile utilizzare set ergonomici in grado di stimolare la fantasia e l’apprendimento del bimbo, che potrà comunicarci le sue impressioni e le sue sensazioni.
Non a caso piattini colorati, tazzine con animaletti adorabili e bavaglini di tutti i colori, servono ad indurre i primi riconoscimenti di forme e tonalità.

Il gioco scatenato dall’incastro delle posate, che rappresentano i baffoni di un micione, con i piattini a triangolo, che ne rappresentano invece le orecchie, aiutano il vostro cucciolo d’uomo a formare soggetti che inizia ad associare a figure familiari.
La peculiarità dei migliori set per la pappa per bebè sta anche nella loro totale sicurezza, sia perché eliminano spigoli ed angoli potenzialmente taglienti, sia perché spesso sono realizzati in plastica o in silicone, di modo da essere sterilizzabili in lavastoviglie senza doversi più preoccupare se il bimbo, nel fare i capricci, ha lanciato tutto rovinosamente a terra!

Mangiando, inoltre, il bambino impara i nomi degli animaletti rappresentati con mille vivaci colori.
Alcuni set sono poi appositamente realizzati per permettere una serena pappa anche fuori casa perché dotati di bavaglini monouso ed impermeabilizzati, con tazze da passeggio anti-rigetto e posate in morbido silicone disinfettabile ed anti-ferite.

Scegli online l’arredamento giusto per il tuo negozio

Quel che conta è la sostanza, lo dicono tutti, ma anche l’occhio vuole la sua parte. Questa è una dura legge del marketing che si basa sulla spiccata sensibilità umana a preferire e scegliere quel che, a suo insindacabile giudizio, può essere considerato bello.

Per questo motivo l’arredamento del tuo negozio di scarpe dev’essere bello in tutte le sue parti. Bisogna scegliere con cura elementi decorativi e complementi, abbinarli sapientemente per creare un ambiente che sia accogliente e invitante per chi deve usufruirne, ossia i clienti che scelgono il tuo negozio per i loro acquisti.
Scaffalature, elementi d’illuminazione, divani e pouf sono indispensabili per realizzare uno spazio di vendita piacevole e sofisticato, che inviti i clienti a fermarsi e ad approfondire quello che proponi in vendita.
Colori ben abbinati e linee coerenti con lo stile, uniti a elementi originali e personalizzati sono il tocco finale per realizzare un punto vendita perfetto.

L’elemento centrale di qualsiasi negozio, però, sono i banchi cassa: si tratta di un fattore indispensabile ma al tempo stesso dev’essere inserito con naturalezza nell’ambiente, non deve essere decontestualizzato e, soprattutto, deve trasmettere serenità e non incutere ansia.
Il bancone non deve avere dimensioni eccessivamente grandi, per non soffocare il resto degli elementi del negozio, ma deve farsi notare ed essere abbastanza capiente da accogliere ordinatamente tutto ciò che dev’essere a portata di mano dell’operatore di cassa.

Il bancone cassa e tutti gli altri elementi d’arredo per il tuo negozio possono essere comodamente acquistati online: esistono infinite possibilità di scelta sul web per arredare con stile il tuo negozio in modo tale che rispecchi la tua personalità e quello che tu vuoi trasmettere ai tuoi clienti.
Online trovi elementi di tutti i tipi a qualsiasi prezzo: non esistono limiti di scelta e di assortimento, troverai sempre il bancone cassa che fa al caso tuo o gli elementi d’arredo che ti servono per completare il tuo negozio di scarpe e proporti alla clientela in una veste tutta nuova, rinnovata e moderna o classica, rassicurante, in ogni caso distintiva della tua attività.
L’arredamento ti arriva direttamente in negozio senza nessuna fatica e sarai pronto a iniziare l’avventura.

Prezzi e vantaggi sulla certificazione energetica

Il decreto Bersani ha abolito i minimi tariffari per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) per cui i prezzi per le certificazioni energetiche  variano in base ad alcuni parametri che il certificatore prende in considerazione. Fattori discriminanti sul prezzo sono la tipologia di abitazione, la grandezza dell’immobile, la difficoltà nella valutazione. La legislazione induce i tecnici abilitati ad utilizzare dei software che consentano di ridurre i costi della certificazione energetica per il cittadino. In ogni caso la normativa a cui si fa riferimento è il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico entrato in vigore il 1° agosto 2015 dove si fa riferimento alle novità relative alle sanzioni a carico del certificatore inadempiente. L’attestato di prestazione energetica è unico per tutto il territorio nazionale per cui le Regioni che avevano legiferato in merito, ora devono adeguarsi alla normativa. Per redigere l’APE il certificatore deve verificare di persona i dati relativi alla certificazione energetica con almeno un sopralluogo.

Requisiti dell’APE

L’attestato di Prestazione Energetica è valido per 10 anni se non s’interviene al fine di un miglioramento. L’attestato indica il fabbisogno di energia primaria per soddisfare il servizio di climatizzazione estiva ed invernale, l’utilizzo di acqua calda per uso igienico-sanitario, l’illuminazione e il consumo dovuto all’utilizzo di ascensori. Vengono inoltre indicati i dati relativi alle caratteristiche tecniche, d’installazione degli impianti e il livello di isolamento dell’immmobile. La prestazione energetica dell’edificio attesta l’uso di energia primaria rinnovabile, non rinnovabile e totale e definisce la classe energetica di appartenenza. Con il nuovo decreto si è aggiunta la classe A4 che è la migliore per basso consumo, mentre la classe G rimane la peggiore.

Obbligo di redazione dell’APE

L’APE è obbligatorio per gli immobili di nuova costruzione. Per gli edifici già esistenti l’atto di compravendita o il contratto d’affitto sono nulli di effetti giuridici in caso di assenza del documento. Il certificatore regolarmente iscritto all’Ordine professionale di appartenenza redige l’APE secondo quattro obblighi. L’obbligo di dotazione indica che è necessaria la certificazione energetica. L’obbligo di allegazione indica che l’APE deve essere allegato all’atto di trasferimento dell’immobile. Gli obblighi di consegna dell’APE e di informativa si riferiscono ai diritti dell’acquirente o locatore.

Durazzo meta di fascino e divertimento

Durazzo, seconda città albanese per numero di abitanti e per importanza, è una meta turistica sempre più apprezzata dagli italiani, anche in virtù dei suoi prezzi particolarmente bassi e della sua vicinanza al nostro paese, nonché dell’atmosfera allegra e vivace che si respira tra le sue strade.

Lungo il litorale di Durazzo sono presenti spiagge considerate tra le più belle del mar Adriatico, prevalentemente rocciose e piuttosto solitarie quelle a Nord della città, sabbiose, più affollate e sede di alcuni stabilimenti balneari quelle a ridosso del centro abitato e a Sud.
Molto caratteristici in particolare la spiaggia di Golem, preceduta da una fitta pineta, ed il tratto di costa presso ‘Capo di Lagiji’, particolarmente apprezzato dagli appassionati di immersioni subacquee.
La zona del centro cittadino compresa tra il lungomare e ‘Rruga Taulantia’ (il corso principale) pullula nel periodo estivo di giovani che passeggiano tra i negozi o che si danno al divertimento più sfrenato in uno dei tanti locali o delle discoteche della zona.


Ma Durazzo è anche una meta di prim’ordine per chi ama la cultura: la ‘Moschea Et’hem Bey’ è considerata tra le più importanti dell’intera penisola balcanica nonché la più bella, grazie agli inusuali affreschi che ne decorano la facciata.
Da non perdere poi una visita all’anfiteatro romano risalente al II sec. a.C. e al Museo archeologico situato a breve distanza dal lungomare, che racconta la travagliata storia dell’Albania attraverso una collezione di reperti provenienti dall’intero paese.
A rendere Durazzo una meta turistica particolarmente appetibile per noi italiani contribuisce anche un altro fattore, ovvero la rapidità con la quale è raggiungibile dal nostro paese tramite traghetto.
Dal porto di Bari sono ben quattro le compagnie di navigazione che partono quotidianamente alla volta di Durazzo impiegando appena otto ore, ma ottime possibilità sono offerte anche a chi vive in altre zone d’Italia.
É infatti attivo il collegamento grazie ai traghetti Trieste  Durazzo operato dalla compagnia Adria Ferries, che costituiscono senza dubbio il metodo più economico e confortevole per raggiungere la città albanese per chi proviene dal capoluogo friulano.
La compagnia di navigazione garantisce almeno due collegamenti settimanali della durata complessiva di circa 36 ore con scalo intermedio ad Ancona; a bordo del traghetto sono disponibili numerosi servizi tra i quali bar aperti 24 ore, ristoranti, sala slot machine e duty free. I passeggeri possono scegliere tra diversi tipi di sistemazione, dalle poltrone reclinabili ‘tipo aereo’ alle confortevoli cabine da due a quattro posti.

Prenota un last minute per Ischia

Eravamo indecisi su dove andare questa estate e siccome i giorni di vacanza erano poch,i stavamo quasi per rinunciare quando il mio ragazzo ha trovato una mini-vacanza last minute on line per Ischia e abbiamo trascorso 4 giorni davvero da incanto.
La prenotazione del traghetto per Ischia è stato semplicissima su internet e in poco più di un’ora eravamo già arrivati a Ischia Porto.
Proprio Ischia Porto è stato il nostro punto di riferimento dove trascorrere serate in allegria tra ristoranti e locali “modaioli”dove ballare di notte e fare shopping di giorno, tra i negozi molto glamour di questa parte dell’isola.
Il mare e le spiagge di Ischia ci hanno lasciato senza parole per i colori brillanti, che andavano dal verde smeraldo al blu, fino a una trasparenza dell’acqua quasi irreale.
Il mio ragazzo si è anche divertito a fare immersioni nella spiaggia di San Francesco una delle più belle, a mio parere.


Ci siamo anche avventurati nella visita del famoso Castello Aragonese a Ischia Ponte risalente al 474 a.C., dove c’era anche la possibilità di salire in ascensore, ma non abbiamo voluto perderci la via caratteristica che porta all’entrata.
E’ un castello del tutto simile al Maschio Angioino di Napoli e accanto c’è l’ex antico convento, andato perduto, delle Clarisse che è stato trasformato in un hotel.
Di questo convento abbiamo visitato l’unica cosa rimasta che era una camera sotterranea dove mummificavano le suore post-mortem.
Abbiamo visitato anche la Chiesa dell’Immacolata dove c’era l’esposizione di opere d’arte e il Maschio, dove un tempo alloggiavano gli abitanti della corte.
Di Ischia Ponte ci è rimasto il ricordo delle deliziose costruzioni tipicamente marinare che trasmettono un senso di vita scandita dalla placidità delle acque.
Abbiamo quindi trascorso una giornata presso le terme di Poseidon visto che l’isola di Ischia è ricca di queste sorgenti, e ci siamo ristorati con massaggi, saune, bagni e siccome in alcuni punti l’acqua del mare si mescola a quella del mare in piscine naturali, ci siamo anche immersi provando una sensazione unica.
La gente del posto ci ha poi consigliato alcuni ristoranti sul mare dove andare a mangiare il famoso coniglio all’ischitana, effettivamente molto saporito e, visto che eravamo comunque su un’isola del golfo di Napoli, non abbiamo rinunciato ad assaggiare anche una buonissima pizza Margherita.
L’ultimo giorno è stato quello dedicato a una passeggiata sul monte Epomeo naturalisticamente affascinante e al ritorno ci siamo fermati in piazza di Fontana a gustare un ottimo gelato artigianale.
Di ritorno abbiamo anche visitato il borgo di Sant’Angelo interamente perdonale dove abbiamo fatto shopping per concludere questa vacanza improvvisata quanto riuscita, sicuramente da ripetere.

Cefalonia un mare da favola

Cefalonia è la meta ideale per una vacanza all’insegna di mare cristallino e spiagge dorate su cui stendersi a prendere il sole.

Per giungere a Cefalonia, partendo da Bari, si può scegliere tra i tantissimi traghetti Bari Cefalonia della compagnia Ventouris Ferries che effettua un collegamento diretto per l’isola ogni lunedì. La corsa dura all’incirca 17 ore e 15 minuti. A bordo del traghetto, troverete tutti i comfort per vivere la traversata verso Cefalonia, nella maniera più tranquilla possibile. Cabine a 2, 3 e 4 posti, comode poltrone, bar e ristoranti, duty free e un piccolo casinò, sono i servizi che troverete a bordo di questo traghetto. Nel periodo di alta stagione è previsto anche un secondo traghetto, Bridge, che permette di campeggiare sul ponte. L’itinerario parte dal porto nuovo di Bari e termina a Sami, il porto principale dell’isola.


Cefalonia è la maggiore delle isole Ionie della Grecia ed è particolarmente apprezzata dai turisti per le sue acque limpide e i suoi splendidi litorali. La natura è l’elemento dominante del fascino dell’isola: colline di vigneti, montagne, grotte sotterranee e spiagge sono sabbiose al sud e di ciottoli al nord. Ma sicuramente, ciò che vi incanterà di più è la Grotta di Drogarati, in cui potrete osservare le stalattiti e le stalagmiti. Questa grotta è suddivisa in due stanza e la maggiore delle due è dotata di un acustica eccezionale, per cui vengono organizzate numerose manifestazioni musicali proprio in questa camera. Un’altra meraviglia naturale di Cefalonia, da non perdere assolutamente, è il lago Melissani, che consiste in una grotta che ospita al suo interno un lago sotterraneo. Il lago è visitabile ogni giorno in barca ed è particolarmente consigliato di visitare questo luogo nel primo pomeriggio, in modo da godere dello spettacolo fornito dalla luce del sole a contatto con la grotta.
L’isola di Cefalonia non è particolarmente nota per la sua vita notturna, ma riesce comunque ad offrire una movida abbastanza frizzante, soprattutto durante l’alta stagione. D’estate vengono organizzate diverse feste a tema sulla spiaggia, ma il centro principale del divertimento è Argostoli, il capoluogo di Cefalonia. Se passeggiate per le vie di Argostoli, dovete assolutamente fermarvi in uno dei tanti ristoranti e provare la gustosissima cucina greca. Argostoli offre ai turisti anche night club e discoteche in cui divertirsi per tutta la notte e bar all’aperto dove gustare ottimi cocktails. Altre cittadine, famose per i bar e le discoteche, sono Skala, Sami e Fiskardo, ma non sono così frequentate come il capoluogo.

Ultima moda cellulari dual sim umi zero: design elegante e innovativo

Se sei stanco di possedere due cellulari per gestire i tuoi numeri, la soluzione è un cellulare dual sim, noi ti consigliamo Umi Zero della Mtk.

La stragrande maggioranza delle persone, quasi una su tre, possiede due numeri di telefono, solitamente uno personale ed uno per il lavoro oppure anche solo per avere due operatori diversi, per una ricezione più ampia, o due piani tariffari diversi, per poter usufruire in ogni momento di quello migliore.

Ma spesso è scomodo portarli entrambi sempre con sè e se già si fa fatica a ricordare dove si infila un cellulare, figuriamoci due!

La soluzione è la dual sim, un unico cellulare per due schede telefoniche. La possibilità di essere reperibili su entrambi i numeri in qualsiasi momento, ma in modo molto più semplice e comodo.
E se inizialmente verso questo genere di prodotti era rivolta ancora poca attenzione, con i numeri in costante crescita dei possessori di due telefoni, le aziende leader del settore hanno cominciato a porre sempre più interesse verso questo nuovo business, passando da modelli dalle scarse prestazioni e dalla poca memoria, fino ad arrivare a modelli che poco hanno da invidiare agli smartphone con una sola scheda.

Umi Zero aggiunge a tutti i vantaggi derivanti da un cellulare dual sim anche un’eleganza ed un design accattivante con la scocca in metallo e vetro sia davanti che dietro.
E’ uno smartphone con sistema Android e schermo da 5” Full Hd, un binomio che si traduce in un’alta densità di pixel per immagini molto definite.
Fra i suoi vantaggi, oltre gli ottimi materiali con i quali è stato realizzato, lo spessore praticamente inesistente che lo rende lo smartphone quasi più sottile in circolazione ed il prezzo.

La piattaforma hardware di cui dispone è sufficiente per qualsiasi tipo di utilizzo, è inoltre dotato di un’ottima fotocamera e di una soddisfacente durata della batteria.
In relazione al prezzo è assolutamente un buon prodotto e consigliato a tutti coloro che hanno bisogno di un cellulare dual sim, esteticamente ben fatto ed in grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze