Il caffè amaro fa davvero bene?

Da qualche anno spopola sul web l’idea che bere caffè amaro sia più salutare rispetto al berlo zuccherato. La verità è che i benefici ci sono, ma vale davvero la pena optare per un sapore più aspro e forte e rinunciare alla dolcezza della tipica tazzina di caffè? 

Per scoprirlo è necessario andare più a fondo e chiedersi: ma quali sono le proprietà del caffè? Per saperne di più visita il sito https://www.ilcaffeitaliano.com/it/

Proprietà del caffè: benefici e controindicazioni

Il caffè, oro nero da tutti amato, è sicuramente la bevanda più consumata, i cui benefici sono davvero tanti, sia da un punto di vista nutrizionale che cerebrale. Esso è ricco di antiossidanti, stimola il sistema nervoso e la diuresi, ma qual è il motivo per cui i benefici moltiplicano la loro forza se si tratta di caffè amaro? Vediamolo insieme:

  • aiuta a mantenere la linea– il caffè amaro permette all’organismo di bruciare i grassi in modo più veloce grazie alla caffeina. Una tazzina di caffè senza zucchero, inoltre, contiene solo 3 kcal, che aumenterebbero nel caso di aggiunta di un dolcificante. 
  • allevia il mal di testa– il caffè è un vasocostrittore, e per questo motivo allevia i dolori dovuti ad emicrania e cefalea, svolgendo un leggero effetto analgesico. L’importante è non esagerare per evitare la reazione opposta.
  • migliora l’umore– a differenza di quello zuccherato, con cui terminato l’effetto si genera una sensazione di sonnolenza, il caffè amaro si presenta in tutta la sua purezza e con tutta la sua forza, attivando la sua funzione stimolante, utile per risollevare l’umore e il tono. 

Chi prende caffè amaro sa che non tutte le miscele sono piacevoli allo stesso modo se bevute senza edulcoranti, ragion per cui è consigliabile abituare palato e organismo un po’ alla volta, cosicché non subisca uno stress e capti realmente solo i benefici.
Le controindicazioni, infatti, esistono, ma solo se si esagera! Il caffè, bevuto con parsimonia può essere davvero un ottimo alleato. 

A giocare un ruolo fondamentale nella nuova moda del caffè senza zucchero sono le macchine da caffè casalinghe. Utilizzando cialde, ma soprattutto capsule, si otterrebbe un buon caffè adatto ad essere sorseggiato amaro, poiché le miscele supportate da questi dispositivi sono davvero tante ed è facile trovare quella più giusta per i singoli gusti. 

Chi beve caffè amaro ha una marcia in più: riesce ad apprezzare meglio tutta l’esplosione di sapori scaturita da un singolo chicco, e a percepirne ancor di più gli aromi. Tuttavia, se proprio non si riesce a compiere questo sforzo, nessun problema! Il caffè è una pausa di gusto, se c’è stress che pausa è? Perciò provate e se proprio non riuscite…zuccherate!